Domande frequenti su Mediaddress

Generale

L’utilizzo di Mediaddress rispetta pienamente le norme GDPR, perciò l’unica cosa di cui dovrai preoccuparti sarà di creare realizzare il comunicato più accattivante possibile e scegliere i giusti destinatari tra i giornalisti!

Per leggere la nostra informativa, clicca qui.

Le possibilità sono varie per rispondere alle diverse esigenze operative e di budget. I pacchetti a disposizione sono tre: START, PRO, FULL, con la possibilità di aggiungere anche singole opzioni.Clicca qui per maggiori informazioni.

La nostra prova gratuita

No, l’attivazione della password di prova non ha nessun vincolo, per richiedere la tua prova gratuita di 7 giorni sarà sufficiente compilare il seguente form indicando nome, cognome, l’indirizzo email, il telefono e la società per cui lavori. Verrai richiamato da uno dei nostri commerciali che ti fornirà le credenziali di prova e ti darà due indicazioni sull’utilizzo del programma.

No, la prova ha uno scopo puramente conoscitivo dello strumento, per valutarne la completezza e l’immediatezza degli esiti delle ricerche, nonché il grado di aggiornamento.

Si certo, con Mediaddress hai la possibilità di configurare delle liste di invio basate su alcuni criteri quali ruolo in azienda, portata della testata, settore di interesse o ancora città.

Mailing list

L’aggiornamento è uno dei nostri punti di forza, lo abbiamo diversificato in 3 processi, incrociando i vari parametri dei media come la diffusione e la frequenza di uscita (bimestrale per le testate nazionali, trimestrale per le locali, ecc…).

L’aggiornamento viene richiesto alle segreterie di redazione ma si avvale anche del monitoraggio dei media sui cambi tempestivi che avvengono ai vertici delle testate. E’ attiva la procedura di controllo immediato delle e-mail spedite dai clienti che non risultano recapitate. Infine effettuiamo un controllo elettronico sugli articoli in cerca di nuovi nominativi.

Il nostro sistema di aggiornamento ha la certificazione di Qualità EN ISO 9001:2015

I sistemi di aggiornamento sono tre:– Contatto diretto con le segreterie di redazione– Verifica della nostra rassegna stampa quotidiana attiva sui “cambi di poltrone” giornalieri– Controllo elettronico sulle firme degli articoli, in cerca di nuovi nominativi.

Si è possibile esportare le mailing list in Excel

Non ci sono limiti all’aggiunta di nominativi di giornalisti personali. Naturalmente, in ottemperanza al GDPR europeo in vigore, la titolarità del trattamento dei dati e del relativo adeguamento alla norma è a cura dell’utente che effettua l’inserimento.

Per questioni di privacy non è possibile inserire più di un indirizzo e-mail nello stesso account, ma è possibile attivare più password dedicate.

Gestione abbonamento

No, le nuove norme relative alla Privacy impongono la sottoscrizione di una Licenza d’Uso dei dati per gli utilizzatori di banche dati, come responsabilizzazione riguardo il trattamento degli stessi e per il rispetto del Regolamento.

Si, ma solo se c’è un numero di licenze attive quanti sono gli utenti che accedono al servizio
No, non è possibile. Per ogni password attiva è consentito collegare un unico indirizzo e-mail

Spedizioni

Si, attualmente Mediaddress ti fornisce una reportistica composta di:

  • Numero invii
  • Aperture dei messaggi
Si, nell’opzione “Spedizione” puoi trovare lo stato della spedizione con i nominativi di giornalisti che hanno ricevuto la tua comunicazione e l’indicazione dell’apertura/non apertura della tua e-mail
I limiti consigliati di spedizione sono 4000

I nostri piani prevedono le seguenti soglie di email:

– Start: 10.000
– Pro: 50.000
– Full: 100.000

Una volta raggiunta la soglia di email che si possono inviare all’anno, è possibile effettuare un aumento a pagamento.E’ possibile aumentare il plafond di 50.000 e/o 100.000 unità

Si, al momento della spedizione puoi scegliere quale indirizzo email indicare

La garanzia, da parte nostra, può riguardare solo l’affidabilità e la completezza dei dati contenuti nella banca dati.

Le nostre statistiche indicano il 97% di e-mail consegnate. Il resoconto dell’opzione “Spedizioni” fornisce per ogni nominativo l’esito della spedizione con l’indicazione dello stato dell’e-mail:

– Spedita/aperta
– Spedita non aperta
– Non recapitata (problemi di comunicazione col server del destinatario oppure email box piena)
– Errata, indirizzo sintatticamente non corretto oppure non più attivo (questo tipo di comunicazione viene automaticamente inviata al nostro sistema di controllo degli indirizzi e-mail con la conseguente pressoché immediata sostituzione)

Hai dubbi? parla con il nostro team

Prova tutte le funzionalitá, nessun costo, nessun vincolo